venerdì 11 novembre 2011

ECCOVI IL NUOVO "MINI STEVE JOBS" A SOLI 12 ANNI PRODUCE APP PER LA APPLE

Sara' difficile certo rimpiazzare il Genio della Apple Steve Jobs, il grande visionario che ha rivoluzionato il modo di intendere l'innovazione e la tecnologia.


Thomas Suarez

Ho specificato che sara' "difficile" ma non necessariamente impossibile.

Ogni giorno vengono infatti alla ribalta dei nuovi personaggi, anche giovanissimi, non ultimo un ragazzino di appena 12 anni: Thomas Suarez.


Vi sembrera' strano ma questo ragazzino, oltre ad essere un "Genio Informatico", gia' dai tempi dell'Asilo, ha gia' creato una sua Impresa, la 'Carrott-corp'.


Vediamo di conoscerlo meglio, visto che in molti sono pronti a scommettere che sara' lui il prossimo successore del grande Steve Job:



Lo chiamano gia' il ''mini-Steve Jobs''. Genio del computer dai tempi dell'asilo, oggi Thomas Suarez ha 12 anni, e ha gia' la sua piccola impresa di software, la 'Carrott-corp', che crea applicazioni per iPhone e iPad che vende alla Apple. 
Il suo mito e' ovviamente e' il 'visionario della Silicon Valley', a cui si ispira quando sul palco presenta con grande disinvoltura i suoi prodotti. 
Ha gia' creato  due 'app' che stanno spopolando in tutto il mondo - vedi il giochino arcade che prende in giro il cantante idolo degli adolescenti, Justin Bieber.
Ma Thomas sta gia' pensando in grande, con l'intenzione di lanciarsi anche nella produzione di hardware. E' diventato famoso presso il grande pubblico statunitense negli ultimi giorni, dopo aver partecipato alla conferenza 'Ted' a Manhattan Beach, dove si sono riuniti gli appassionati delle Technology, Entertainment, Design. 
Nel corso di un intervista ha mostrato di avere le idee molto chiare: ''Per quanto riguarda le 'applications' continuero' a lavorare con 'Objective C', il linguaggio dei programmi usato nell' iPhone, ma ora voglio fare anche hardware per iPhone e iPad. Penso siano ottime piattaforme sia software che hardware.
E vedo la possibilita' di un grande mercato''. Niente male per un dodicenne. Alla conferenza Ted , Thomas ha spopolato per il suo aspetto da bravo ragazzino, indossando le cuffiette per ascoltare musica e incantando la platea con un linguaggio arguto.
 ''Mi sento un ragazzo 'interessante', non certo uno strano, perche' sono un programmatore di software. I miei amici - ha detto - mi trovano 'intrigante', la mia insegnante mi ha lasciato fare una presentazione in classe sul gioco 'Bustin Jieber'.
 Sono molto popolare''. La giornata di Thomas? ''Quando torno da scuola, mi metto al computer per un tempo davvero lungo, mangio e torno al computer, Adoro creare programmi''.
Che aggiungere se non augurare a questo piccolo genietto tanta fortuna.
Gustatavi adesso il suo discorso in una delle sue ultime conferenze, vengono i brividi a sentirlo parlare, impressionante la sicurezza che ostenta oltre anche ad un innato humor.

Aumenta il Traffico sul tuo Blog: Leggi L'articolo Esplicativo: QUI



Nessun commento:

Posta un commento