giovedì 11 agosto 2011

TRAVIAN: DIPENDENZA, FRODE O FRUSTRAZIONE?

Chi non conosce Travian?

Da definizione Wikipedia, trattasi di un videogioco per browser di tipo Massively multiplayer online game (mmog), prevalentemente gratuito, ispirato al gioco da tavolo Coloni di Catan”. 




Personalmente non ci ho mai giocato, fondamentalmente perche' ancora devo disintossicarmi dall'enorme mole di ore di gioco trascorsi tra Farmville e Cityville(x carita' nemmeno minimamente paragonabili), anche se ne sento spesso parlare i miei amici.


Nonostante non ci giochi, ho deciso di raggranellare delle opinioni in merito al gioco, con l'unico scopo di provare (almeno)  a far riflettere i miei amici  !



Ebbene Travian è stato passato al microscopio da diversi blog e nel tempo sono state riscontrate diverse anomalie e problemi, suddivisibili in tre categorie. La frode, a dipenza, la frustrazione.



Frode.
- I giocatori migliori sono composti da intere famiglie e gruppi di account dove spesso prendono parte gli stessi amministratori del gioco. Lo staff di travian, gioca e per vincere attua una serie di favoritismi nei confronti dei propri amici giocatori.
- Per sviluppare prima i propri villaggi, anzichè razziare i nemici, moltissimi giocatori usano registrare anche 10-15 account fantoccio, nello stesso settore e mandarsi poi le risorse con i mercanti.
Gli arbitri, chiamati multihunter, possono punire i multiaccount con la cancellazione, ma quasi sempre nascondono le prove degli amici e puniscono i nemici.
Molte persone usano mascherare gli indirizzi internet per i multiaccount.
- In seguito a segnalazioni fatte a finanza e polizia postale per la mancanza di ricevute e documentazione fiscale non si hanno repliche ufficiali da parte dello staff se non sporadiche risposte a messaggi privati inviati da utenti iscritti. Tipo “tu non hai le prove fisiche per denunciarci”
Ricordo che una sezione del gioco (i punti gold) è a pagamento.
Frustrazione.
- Chi si iscrive deve confrontarsi con giocatori esperti ed in posizione avanzata, che hanno a disposizione risorse ed alleanze sproporzionate rispetto a chi gioca.
- Si può giocare in sharing e pertanto ci sono ragazzi o intere famiglie che stanno collegati 24ore al giorno.
- Esistono script e altre utilities che offrono vantaggi notevoli e non sempre chi le utilizza viene bannato, soprattutto se le si usano per brevi periodi.
- Convinzione personale: se devo pagare per un gioco esigo che tutti i concorrenti partano dalla stessa posizione ed abbiano a disposizione gli stessi strumenti.
- Aspetto negativissimo: ci sono troppi bambini nel gioco, con i quali si può comunicare troppo facilmente.

Dipendenza.
Qui arriviamo ad un settore molto soggettivo e dipendente dalla personalità di ognuno, però vorrei riportarvi alcuni interventi trovati su un Blog:

usero’ poche parole.
mi sta togliendo la vita e non riesco a liberarmene
AIUTO
maledetto chi l’ha inventato.
Tony
…Quello che posso dire dei mmorpg (massive multiplayer online role playing gagmes) è che sono una specie di droga..diciamo che sono come le sigarette…è difficile smettere.
Di ciò me ne sono accorto quando giocavo a wow (world of warcraft), per “colpa” di quel gioco rischiavo di divorziare da mia moglie e mi sono perso molti bei momenti della crescita del mio primo figlio.
Dire “gioco solo max 1 oretta al giorno” è quasi impossibile, poichè sono giochi strutturati in modo tale da farti stare collegato il + possibile.
Travian è forse ancora più subdolo degli altri da me citati, perchè si nasconde dietro la maschera del gioco “soft” che puoi giocare pochi minuti al giorno ma, aimè, più si sviluppano i propri villaggi più il tempo che richiede è maggiore…
Anonimo
sono un drogato di travian ho iniziato a giocare 3 mesi fa e nn riesco a smettere
sono un uomo adulto di 35 anni single
ho una mia attivita’ in proprio che sto trascurando
quando sono al pc per lavoro la mia produttivita’ è scesa moltissimo causa travian
statene alla larga non vedo l’ora ti trovare il coraggio di smettere
Anonimo
Poi però cè anche di scrive questo:
Secondo me, questo post è un po’ troppo estremista:
E’ vero sì che travian ruba tempo e può provocare crisi in caso di attacco, ma per altre cose mi sembra esagerato. Basta mettersi in collaborazione con dei compagni e ci si diverte e si sta poco tempo. Poi, il livello di privacy secondo me è buono, a meno chee nn si fanno stupidaggini di scrivere età e provenienza.
Poi cè anche chi da Travian ha tratto un insperato rendiconto (ahaha) :
18 gennaio – 1 aprile
Due mesi per capire che Travian crea dipendenza e mangia quattrini subdolamente.
Meglio tardi che mai, no?
Così Travian per me finisce stasera e domani sera mi trombo la moglie di uno che sta a casa, alzato a giocare fino a tardi P.s.: e il bello è che non è una balla!!!
E poi cè anche un intervento di un membro dello staff, il quale dice che il topic in oggetto è assolutamente falso e privo di verità in quanto erano state scoperte organizzazioni di pushing sui server 3, 4, 5 e 9 ma sono ora bannate da Travian. Sui server 6 e 8 si sono create sette sataniche governate da utenti ultraquarantenni.
E via con altre operazioni di repulisti simili, minuziosamente riportate.
PERÒ…è si cari miei, ADESSO Travian è un gioco pulito.
Mah, sinceramente mi suona improbabile vista la periodicità di queste pulizie di primavera
Per quando riguarda la dipendenza, è vero che nel disclaimer viene fatto dichiarare a chi si iscrive di essere maggiorenne o di essere sotto la supervisione di un tutore, ma è ormai chiaro a tutti che non è così. Almeno i più giovani dovrebbero essere seguiti per evitare di sperperare soldi inutilmente, perdere momenti importanti della loro crescita, andare in assuefazione e dipendenza per una attività fuori dal loro controllo e magari evitare anche attacchi d’ira e sfoghi ormonali come succede a questo pre-ragazzo :)

Nessun commento:

Posta un commento