venerdì 15 luglio 2011

CONSIGLI PER I BLOGGER : LE 5 COSE DA "NON" FARE MAI ...PENA ...L'ALLONTANAMENTO DEI VISITATORI !

A volte. specie per i nuovi Blogger , l'unico obiettivo sembra essere quello di scalare le classifiche del PageRank....pubblicando una grossa mole di articoli, scopiazzati malamente da altri blog, infischiandosene di tutto il resto (contenuti,grafica,stile, novita', consigli, etc.)


ECCO LE 5 COSE DA NON FARE ..... PER NON CAUSARE L'ALLONTANAMENTO DAL PRORIO BLOG DA PARTE DEI VISITATORI:





1) Il tuo blog non parla di niente: una delle cose più fastidiose è quella di navigare in un blog che non ha un obiettivo principale, non è focalizzato su niente, troppo generalista, oppure che è diventato troppo personale. Inserire le foto della tua famiglia in un blog che parla di high-tech rende il tutto meno professionale e, a volte, anche ridicolo.
2) Non riesco a trovare il tuo blog in mezzo a tutta la pubblicità: è ovvio che la pubblicità è uno dei mezzi più importanti per monetizzare il tempo speso e il duro lavoro impiegati nella pubblicazione di un blog, ma spesso si ha l’illusione che più pubblicità metto e più guadagno. Sappi che se il tuo obiettivo è quello di inserire in una pagina molti annunci pubblicitari, magari nella speranza che la gente clicchi per sbaglio, non fai altro che rendere il tuo contenuto incomprensibile e si sa che, senza contenuto, qualsiasi sito è destinato a perdere visitatori. Il consiglio è di focalizzarsi innanzitutto sul contenuto e poi monetizzarlo moderatamente: questa è la soluzione che nel lungo periodo porterà entrate sicure e stabilmente in crescita.
3) Il tuo blog contiene errori: apro l’indirizzo del tuo blog e, a inizio pagina, c’è un codice in php che mi segnala un errore. Torno più tardi e pare che tutto funzioni ma, dopo aver speso del tempo per scrivere un commento al tuo ultimo articolo, cerco di inviarlo, e come risultato ottengo una pagina di errore che mi segnala problemi con il databse di WordPress. E’ ovvio che il nervosismo sale e devo chiudere per forza il tuo blog. Il consiglio è quello di tenere sempre pulito il codice ed evitare di installare plugins che non utilizzerai mai (possono arrecare danni inutilmente).
Hai installato un tema che dona al tuo blog una grafica davvero stupenda, ma l’hai testato solo con Firefox. Dopo alcuni giorni ti giungono infinite segnalazioni da parte dei visitatori che non riescono a visualizzare bene il tuo blog e ti accorgi, dalle statistiche, che il 90% di loro utilizza Internet Explorer. Impara ad analizzare i dati statistici di cui sei in possesso e progetta il tuo blog in base ad essi, non fermarti al semplice gongolare per il record di visitatori unici che hai raggiunto in un mese!
4) La grafica del tuo blog pare sia stata progettata sotto effetto dell’LSD: il design è davvero importante dato che, come si dice, anche l’occhio vuole la sua parte. Non occorre utilizzare tutti i colori diponibili al mondo per creare il tuo tema, puoi utilizzarne solamente cinque (o anche solo due, se accostati bene, per esempio nontesto giallo su sfondo bianco). Esistono molti tutorial, sia di HTML che di CSS, che spiegano come realizzare, o modificare, un tema: segui le loro indicazioni e piano piano imparerai a costruire una grafica che riesca a donare appeal al tuo blog.
5) Il tuo blog è la copia esatta dei blogs più famosi: se il tuo metodo di lavoro è quello di prelevare un post da un blog di successo e copiarlo direttamente nel tuo, sei destinato all’insuccesso. Secondo la mia opinione, ciò che è sbagliato, non è il fatto di citare un articolo, come in questo caso, e di personalizzarlo inserendo delle proprie riflessioni, ma copiare integralmente quello originale. A questo punto sorge spontanea la domanda: a cosa serve il tuo blog? Cosa propone di diverso? Sei davvero così convinto che pubblicare il backup di altri blogs sia la chiave del successo? La risposta a queste domande è lasciata al buon senso del lettore…

Nessun commento:

Posta un commento